Global Manager e nomade: gli aggiornamenti di Amanda Jan 26 2022

Meet the agents
Se potessi fare le valigie e vivere in qualsiasi parte del mondo, il tutto continuando a fare il lavoro che ami? Con il lancio del nostro programma counterpArts, i nostri agenti Advocate possono fare proprio questo! Il nostro programma counterpArts offre agli agenti l'opportunità di visitare altri uffici del team globale e lavorare 1-1 con i membri del team, incontrare clienti e artisti a livello internazionale, così come esplorare le arti e la cultura dell'ufficio che visitano.

Advocate Art è un'agenzia globale e "glocal" - con uffici a New York, Los Angeles, Londra, Siviglia e il nostro partner Yeon a Singapore, possiamo servire i clienti di tutto il mondo digitalmente, pur mantenendo una presenza fisica nelle vicinanze. È il modo perfetto per sfruttare al meglio il nostro nuovo modello di business ibrido! Con la flessibilità di lavorare in remoto, la nostra Global Manager Amanda ha deciso di essere la prima partecipante al nostro programma di counterpArts e di lavorare con i suoi agenti in Italia e Spagna lo scorso autunno! 

Abbiamo deciso di farle qualche domanda sulla sua esperienza con Advocate: 

1. Secondo te che vantaggi ci sono nel lavoro da remoto?

Penso che i vantaggi siano innumerevoli, ma per me il più grande è semplicemente la flessibilità! Faccio la Global Manager qui ad Advocate, quindi viaggiare mi permette di avere più opportunità di conoscere i miei agenti del Regno Unito e dell'Unione Europea, mentre continuo a lavorare normalmente con i miei clienti americani. Ciò significa che posso volare in Italia per formare uno dei nostri nuovi assunti (Chris Modafferi), partecipare a meetings con clienti e artisti a Roma e Siviglia, e poi tornare negli Stati Uniti per i miei clienti! Inoltre, posso dare un'occhiata alle tendenze e agli stili a livello internazionale, così posso scegliere di ingaggiare i migliori illustratori su tutti i mercati. Tutto sommato, il nostro passaggio al lavoro da remoto, per me, significa che posso ricoprire nel modo più efficace il mio ruolo di Global Manager ed essere in grado di occuparmi di tutti i team Advocate.

2. Com'è stato incontrare e lavorare con artisti da tutto il mondo?

È stato fantastico! Ho avuto la fortuna, nel corso degli anni, di passare un po' di tempo nel nostro ufficio nel Regno Unito e di partecipare a fiere come quella di Bologna e incontrare artisti, ma ora l'esperienza è stata molto più ricca. Non c'era il vincolo del tempo che si ha con la fiera del libro, quindi il mio viaggio mi ha dato la possibilità di avere un approccio molto più personale ed efficace, e passare davvero del tempo a conoscere l'artista e discutere il modo migliore per continuare a sviluppare il suo portfolio. 

Ho potuto incontrare: Fabiana Attanasio, Emanuela Mannello e Alida Massari a Roma, Victoria Nelson a Firenze, e poi Miguel Diaz Rivas e Pedro Riquelme a Malaga, e infine Anuki Lopez a Siviglia. Non avevo mai incontrato nessuno di loro di persona prima del mio viaggio, ed è stato un piacere e un privilegio incontrare finalmente gli artisti con cui ho lavorato per così tanti anni. Inoltre, mi ha dato l'opportunità di lavorare con grandi artisti per creare grande arte disponibile - soddisfacendo la nostra missione aziendale e divertendomi molto nel farlo!

3. Fuori dal lavoro, che esperienze hai avuto?

Ci ero già stata in Spagna e Italia, ma questa volta ho fatto in modo di visitare posti che non avevo ancora visto, e devo dire che le mie esperienze più memorabili sono state a Roma, Firenze e Siviglia! In particolare: mangiare un 'trapizzino' a Trastevere con Chris M, prendere una cioccolata calda al Caffè Gilli con Victoria, ed esplorare il Royal Alcázar di Siviglia con il nostro EU Manager Adolfo!

Nel 2022 abbiamo intenzione di inviare ancora più agenti in favolosi viaggi di counterpArts, quindi tenete gli occhi aperti - il mondo è a portata di mano!